IMPIANTO WELLPOINT

Campi di impiego

L'impianto wellpoint può essere utilizzato con successo quando è necessario procedere all'abbassamento e al controllo del livello di falda nei terreni sciolti, permeabili per porosità (limi, sabbie, ghiaie fini).



Composizione

Nella sua forma più schematica, l'impianto wellpoint è costituito da una serie di micropozzi di diametro variabile (generalmente 1"1/2 o 2") e lunghezza adeguata alle specifiche esigenze, connessi ad una pompa centrifugaautoadescante mediante una serie di collettori, raccordi e giunti di collegamento.



Principio di funzionamento

Il principio di funzionamento del- l’impianto wellpoint si basa sull’accelerazione e la deviazione del flusso di falda verso il wellpoint collegati alla pompa autoadescante.

Si stabilisce così un moto di filtrazione dell’acqua, diretto ai wellpoint, testimoniato dall’abbassamento del livello della falda nel terreno

WELLPOINT EDUCTOR

Campi di impiego

In particolari condizionioperative, può essere necessario deprimere il livello di falda fino ad una profondità tale per cui l’altezza geodetica di aspirazione (dislivello tra l’asse della bocca aspirante della pompa ed il livello dinamico di falda in corrispondenza del wellpoint) supera i 6,0 m circa. In questi casi si ricorre generalmente ad un impianto wellpoint-eductor.


Composizione

Un impianto wellpoint-eductor è costituito generalmente da:

  • una pompa di alimentazione di tipo centrifugo a pale chiuse
  • eventuale pompa in aspirazione del tipo centrifugo autoadescante a pale aperte
  • wellpoint-eductor il cui numero e la cui lunghezza sono funzione degli specifici problemi legati al drenaggio
  • collettore d’alimentazione per il convogliamento dell’acqua agli eiettori
  • collettore di restituzione per il ricevimento delle acque emunte dal terreno e la rialimentazione del sistema
  • serbatoio di accumulo completo di raccorderie, guarnizioni, pezzi speciali per consentire il funzionamento continuo del sistema;
  • tubazioni flessibili e raccorderie di collegamento.


Principi di funzionamento

A differenza del sistema wellpoint tradizionale, il sistema wellpoint-eductor non sfrutta la pressione atmosferica per il sollevamento dell'acqua in superficie. Il principio di funzionamento si basa sulla circolazione forzata di acqua in pressione.

In uscita dalla pompa centrifuga di superficie, l’acqua (fluido motore) viene convogliata all’ugello di ciascun eiettore producendo una depressione che determina l'emungimento dell'acqua di falda.

DRENAGGIO ORIZZONTALE

Nel corso dei grandi lavori di posa di condotte sotterranee (acquedotti, metanodotti, oleodotti) può essere necessario deprimere e controllare il livello di falda per tratti di tracciato anche di un migliaio di metri. Questo per consentire un’elevata produzione giornaliera nei lavori di scavo, posa e reinterro delle condotte.
Qualora le condizioni logistiche del cantiere, le dimensioni e la durata dei lavori lo consentano, si può ricorrere all’impiego del drenaggio orizzontale.

Il drenaggio dei terreni viene ottenuto pompando l’acqua di falda da una tubazione drenante flessibile di PVC. Tale tubazione è microfessurata e corrugata, di diametro variabile (generalmente ø 125 mm), coperta da una garza di nylon antintasamento e posata ad una profondità superiore di circa 0,5 m a quella raggiunta dagli scavi.

Dopo la posa di tratti di circa 100 m, una parte della tubazione (cieca) viene fatta emergere dal terreno e collegata a una pompa centrifugaautoadescante. Gli effetti sulla falda prodotti dal pompaggio, attraverso la tubazione drenante, sono riconducibili a quelli ottenibili con l’impiego di una linea di impianto wellpoint.


DRENAGGIO ORIZZONTALE PER GRAVITÀ

In presenza di falde freatiche superficiali e quando il battente idraulico da deprimere e controllare è modesto, si può ricorrere all’impiego delle trincee drenanti.

Si tratta generalmente di scavi disposti trasversalmente alla direzione di flusso della falda, con l’obiettivo di incanalare l’acqua di falda, convogliandola verso punti di raccolta. Le trincee possono essere colmate di materiale drenante e, al fondo, può eventualmente essere posizionata una tubazione drenante di PVC.

Clicca qui per accedere alla Fotogallery

POZZI

Quando si rende necessario l’abbassamento e il controllo del livello di falda in terreni ad elevata granulometria (sabbie ghiaiose) e conducibilità idraulica, si ricorre all'utilizzo di pozzi.

Uno dei sistemi impiegati per la costruzione di pozzi è di ricorrere a tubi in cemento armato e vibrato di ø 1,0 m, lunghezza 1,0 m, forati e posati nel terreno mediante una benna mordente applicata al braccio di un escavatore idraulico. Le profondità raggiunte non sono in genere elevatissime 6,0 m e sono legate al metodo di scavo impiegato.

REGIMAZIONI IDRAULICHE

Nelle opere di regimazione idraulica può essere richiesto il pompaggio di notevoli portate d'acqua.
In tali circostanze ci si avvale di pompe centrifughe autoadescanti, sommergibili e draganti di grande portata, in grado anche di pompare liquidi con solidi in sospensione.